Miano – Secondigliano, sempre più giovani volontari impegnati a pulire le strade

Da una parte la cronica carenza di addetti allo spazzamento nelle fila di Asìa, dall’altra l’inciviltà dilagante che riduce sempre di più le strade della periferia nord di Napoli a vere e proprie discariche a cielo aperto, con aree che appaiono ormai impraticabili. In mezzo a tutto ciò, una bella realtà giovanile che, di fronte alla paralisi delle istituzioni e al degrado, non resta a guardare ma si rimbocca le maniche per rendere il territorio più vivibile.

Numerose, in tal senso, le iniziative che si susseguono nei quartieri della Settima Municipalità. A Miano i volontari della Gioventù Francescana della parrocchia Maria Santissima dell’Arco, ogni mese, scendono in strada, muniti di mascherine, guanti, palette e scope, per spazzare le strade sommerse da cartacce, bottigliette e altri rifiuti. Tra aprile e maggio gli attivisti della comunità francescana sono entrati in azione tra via San Francesco d’Assisi e via del Cimitero.

Dalla parrocchia Santi Cosma e Damiano, centro storico di Secondigliano, si ripetono ormai a cadenza quotidiana gli appelli a non sversare spazzatura all’esterno dell’antica chiesa. Moniti puntualmente disattesi nonostante i cartelli che invitano ad un comportamento civile.

Oltre ai soliti rifiuti, gli animatori della comunità guidata da padre Kiran hanno trovato i residui di batterie di fuochi d’artificio, fatte esplodere illegalmente e lasciate sul marciapiede all’ingresso della parrocchia. Così i giovani, impegnati nei lavori di allestimento del campo estivo, hanno di propria iniziativa ripulito tutto il perimetro lungo la parrocchia e l’oratorio.

«Serve uno sforzo comune affinché i luoghi siano si vissuti ma con rispetto e decoro. Ripulire per gli altri non può sempre essere la soluzione. Per questo vi esortiamo a far comprendere a tutti che vivere in un luogo pulito e decoroso oltre ad essere simbolo di civiltà è più edificante per tutta la collettività», si legge in un post pubblicato sulla pagina Facebook della Parrocchia.

Poco distante c’è la sede del Larsec (Laboratorio Riscossa Secondiglianese). I volontari dell’associazione si sono dati appuntamento per domenica 6 giugno, in piazza Di Nocera, cuore dell’antico casale, per pulire l’area antistante l’ex municipio e la zona circostante, diventata un letamaio alla luce del sole. All’inciviltà e alle sofferenze lamentate dai cittadini, stanchi di camminare tra aiuole simili a giungle e marciapiedi fetidi, risponderanno con un intervento di pulizia, riservando qualche sorpresa dal pollice verde.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...