Omicidio nel rione San Gaetano, il parroco don Salvatore Cinque: «No al far west: vi chiedo di cambiare vita»

«Non possiamo vivere come nel  far west». E’ il messaggio che affida a Periferiamonews don Salvatore Cinque, parroco della chiesa dei Santi Alfonso e Gerardo, a due passi dal luogo dell’ennesimo omicidio di camorra, avvenuto stamattina ai confini tra Miano e Piscinola, in cui ha perso la via Antonio Avolio, 30 anni.

«È assurdo – sottolinea il sacerdote – dover sentire gli spari e poi da lontano le grida. Dio ci perdoni per come siamo costretti a vivere nella paura appena usciamo da casa. È un dolore sentire le sirene della polizia, delle ambulanze, le grida di una madre e di un padre che piangono un figlio esanime a terra».

Da qui l’appello: «Nel nome di Dio Onnipotente vi chiedo di cambiare vita. Non vogliamo morire ma rinascere, altrimenti saremo sconfitti tutti. Lo dico con il cuore triste: basta alla malavita».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...