Rifiuti edili prodotti a Chiaia e smaltiti abusivamente a Scampia: scattano due denunce

Scoperto dalla Polizia Locale di Napoli un vasto traffico illecito di rifiuti che, prodotti a Chiaia, venivano smaltiti a Scampia.

In seguito alle attività di monitoraggio del territorio svolto dalla Polizia Locale di Napoli al fine di contrastare il fenomeno dell’abbandono ed incenerimento dei rifiuti, gli agenti del reparto di Tutela Ambientale hanno individuato un esercizio di attività di smaltimento illecito di inerti che, raccolti in diversi cantieri edili aperti nel quartiere di Chiaia, venivano trasportati a Scampia.

Gli uomini della Polizia Locale, dopo aver eseguito diversi appostamenti e pedinamenti, sono riusciti a ricostruire integralmente la filiera dello smaltimento illecito dei rifiuti speciali che appunto, gestiti da un’azienda di rivendita materiali edili priva dei requisiti per svolgere tale attività, venivano prelevati in diversi locali ubicati a Chiaia e trasportati nel quartiere di Scampia dove, senza autorizzazioni né tantomeno idonee precauzioni per limitare la contaminazione del suolo e dell’aria, era stata allestita una vera e propria discarica.

Gli agenti sono riusciti quindi a rintracciare e identificare sia il titolare della rivendita di materiale edile, tale P.L., 42 anni, residente a Secondigliano, che il responsabile della ditta di trasporti, M.G., 33 anni, residente nella zona dei Camaldoli, denunciando entrambi all’autorità giudiziaria per gestione illecita di rifiuti speciali. I locali trasformati in discarica, unitamente al furgone utilizzato per il reato, sono stati posti sotto sequestro giudiziario.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...