Messa in latino vietata? Smentita della Curia di Napoli

La celebrazione della Messa in Latino a Napoli sarà vietata dal nuovo Arcivescovo, Mons. Battaglia ? C’è preoccupazione tra i fedeli del rito antico – nel quale il celebrante si rivolge verso l’ altare (“Ad Deum”) e non verso i fedeli – dopo lo stop imposto ad alcune celebrazioni e le mancate risposte alle richieste inviate.

 Una delle Messe in latino, che si svolgeva mensilmente da sei anni in una chiesa del quartiere Chiaia, con autorizzazione del Cardinale Sepe, è stata bloccata. La Messa celebrata nella chiesa di San Ferdinando di Palazzo, da circa 15 anni è stata sospesa per l’ indisponibilità del rettore della chiesa e per le limitazioni imposte dalla pandemia di Covid-19 e non è ancora ripresa. Il segretario dell’ Arcivescovo Battaglia, don Antonio Macolino, però, minimizza e smentisce l’ intenzione di un divieto.
    “Ci sono giunte alcune richieste da parte di gruppi legati al Vetus Ordo, ma l’ Arcivescovo non ha avuto ancora il tempo di esaminarle”, dice. Ma è possibile che si arrivi ad un divieto ? “Non credo, anche se l’ ultima parola spetta all’ Arcivescovo. A Napoli ci sono realtà che da 20 anni celebrano con il rito antico. si tratta del frutto di una spiritualità di gruppo che va rispettata”. Quando arriverà la risposta di Mons. Battaglia alle richieste ricevute ? “Finora abbiamo avuto due o tre richieste. Una risposta arriverà a breve”.
    Il Motu Proprio di Papa Francesco “Traditionis Custodes”, del 16 luglio scorso ha introdotto limitazioni alla celebrazione della Messa con il Messale del 1962, approvato da Giovanni Paolo II ed incentivato da Benedetto XVI con il Motu Proprio “Summorum Pontificum” del 2007, ma non vieta la celebrazione di questo rito ai sacerdoti, ne’ impedisce ai gruppi di fedeli già esistenti di proseguire l’ esperienza di questa forma di spiritualità.
    “Ci auguriamo – dice R.A. , imprenditore, che partecipa da anni con la famiglia alla Messa in latino – che il nuovo Arcivescovo non voglia impedire la celebrazione della Messa di tanti grandi Santi della Chiesa cattolica. L’ ultimo è stato San Pio di Pietrelcina, che ottenne l’ autorizzazione per poterla celebrare fino all’ ultimo giorno di vita” .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...