Assemblea anticamorra a Secondigliano: “Si all’alternativa, no all’indifferenza”

“Stasera siamo qui sull’onda emotiva di quello che è successo due sabati fa: un ragazzo di 19 anni è stato ucciso a pochi metri da qui e a prescindere da quello che si pensi, morire così giovani, in quel modo, è assurdo e non deve succedere mai più”. Con queste parole pronunciate da Vincenzo Strino, fondatore dell’associazione “Larsec” attiva da anni a Secondigliano, si è aperta l’assemblea pubblica che si è tenuta ieri sera, 18 ottobre, in piazza Luigi di Nocera, cuore del centro storico del quartiere.

Nel corso dell’iniziativa e’ stato sottolineato che questa sarà una delle tante assemblee che si terranno al fine di ricucire e ricostituire il rapporto tra i secondiglianesi e le istituzioni che, per troppo tempo, hanno abbandonato il quartiere, ma anche per incentivare la partecipazione attiva dei residenti, così che tutti facciano la loro parte nel concreto, anche proponendo delle soluzioni pratiche ai politici stessi.

Tra i punti principali su cui si è posta l’attenzione, l’istruzione, in particolare sull’alto tasso di abbandono scolastico: Secondigliano è una delle municipalità con uno dei tassi di evasione scolastico più alti, poiché solo 1 ragazzo su 2 si diploma. Un problema questo strettamente legato agli scarsi collegamenti con il centro città e con i pochi centri di formazione e aggregazione del territorio.

Proprio in merito ai servizi da offrire, Strino ha inoltre ribadito l’urgenza di recuperare e incrementare le attività del Centro Giovanile Comunale “Pertini”, proprio in piazza Luigi di Nocera, che versa ancora in cattive condizioni strutturali ed è aperto solo per poche ore al giorno. Successivamente c’è stato l’intervento della vicepresidente del Consiglio regionale della Campania e capogruppo del Movimento 5 Stelle, Valeria Ciarambino: “E’ importante stasera essere qui, perché quest’assemblea è un segno rivolto a tutta la città, perché non possiamo rimanere indifferenti” , continua affermando la necessità di creare opportunità sul territorio, soprattutto per i giovani attraverso la scuola, perché proprio la scuola è il mezzo di recupero più efficace, dato che toglie manovalanza giovanile alla camorra- “Noi dobbiamo fare rete tra persone perbene per resistere e tutti i candidati di queste elezioni, anche se non eletti, è necessario che si spendano per il territorio” e conclude anche lei sottolineando il bisogno forte che i secondiglianesi hanno di sentire più vicine le istituzioni, affermando che non si debba più parlare di periferia, ma di un nuovo centro, così che Napoli possa garantire a tutti i cittadini gli stessi diritti.

A questo stesso discorso si è agganciata l’Onorevole Gilda Sportiello, Deputata del Movimento 5 Stelle, nata a Scampia e indignata per quanto accaduto: “Gli omicidi in periferia non devono essere la normalità, ma vanno visti come un fallimento per lo Stato” – Sportiello ha ribadito soprattutto l’importanza dei laboratori e delle associazioni come luogo di condivisione dove nascono sogni dei ragazzi, così che questa sia la terra di chi vuole viverla a pieno senza cercare la fuga altrove. Toccante l’intervento di Maria Romanò, sorella di Attilio, vittima innocente di camorra, ucciso a Miano nel 2005: “Ognuno deve fare la propria parte, oltre la politica, perché sono i cittadini che fanno il territorio”.

Con la stessa emozione, ha proseguito Gianmario Siani, Presidente della fondazione che porta il nome del giornalista ucciso dalla camorra: “Non guardiamo se si tratta di vittime innocenti o meno, pensiamo solo che si trattava di una persona del nostro territorio. Basta morire così”. Interessante l’intervento del Magistrato di Sorveglianza Marco Puglia, il quale ha utilizzato la piazza sporca, volutamente non ripulita simbolicamente dall’associazione “Larsec”, come metafora: “Tutti noi che siamo cresciuti a Secondigliano, siamo cresciuti nella “monnezza”, siamo rimasti tenacemente legati ai nostri sogni, ai nostri desideri ma nella “monnezza”, perché questo è quello che è la camorra, in tutte le sue forme” e ha continuato evidenziando che, nonostante ciò che accade, esiste la brava gente che non deve assolutamente commettere l’errore di assuefarsi al male, ma deve dare la sua testimonianza.

Sulla stessa scia, il discorso portato avanti da Davide D’Errico, leader del movimento anticamorra “Arrevotiamo” e nipote di una vittima innocente della camorra, che ha rimarcato la troppa rassegnazione e la delusione dei Secondiglianesi nei confronti della politica e delle istituzioni: “Ma qui siamo a Napoli, non si tratta solo di Secondigliano: c’è la disperazione delle famiglie che si sono rivolte agli usurai, la disperazione dei ragazzi, dei bambini senza luoghi d’incontro. Dobbiamo capovolgere idea di anticamorra, perché non basta solo gridare contro, ma dobbiamo far tornare la bellezza nei luoghi comuni, rendendoli attrattivi” e conclude rimarcando l’esigenza di riutilizzare al meglio i beni confiscati.

A conclusione dell’assemblea, è intervenuto il neo Presidente della VII Municipalità, Antonio Troiano, concentrandosi soprattutto sulle scuole: “Le scuole non vanno solo incrementate, ma vanno pulite e tenute bene. E’ importante per i bambini vivere una scuola che abbia spazi verdi, perché così cresceranno diversamente rispetto a quelli che vivono una scuola solo cementificata” – Troiano dà inoltre rilievo alla carenza di teatri e cinema nella municipalità, luoghi di cultura e condivisione e anche alla necessità di curare il decoro urbano. “Dobbiamo trovare una sinergia tra cittadini e istituzioni. Dobbiamo stare insieme, nelle piazze per fare la nostra parte. Napoli è una, basta parlare di periferia, superiamo queste barriere e queste lotte”.

Grazie dunque ai ragazzi dell’associazione “Larsec” è nato un momento di confronto, che si ripeterà e che ha visto scendere in piazza cittadini e politici per impegnarsi sul territorio nella giusta direzione: quella della legalità.

Sara Finamore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...