L’arcivescovo Battaglia: «Scia di sangue non può lasciarci inermi, ognuno si senta interpellato»

”La scia di sangue che ha attraversato la città, procurando la morte a delle giovani vite e terrore e angoscia a interi quartieri, strade, famiglie, non può lasciarci indifferenti e inermi ad attendere chi sa cosa: ognuno deve sentirsi interpellato dal grido della città, ognuno deve dare il proprio contributo alla vita della comunità, ognuno deve essere per le nuove generazioni un segno di speranza, di resurrezione a partire dal proprio ambito, dovere, ruolo”.

Lo ha detto l’arcivescovo di Napoli, monsignor Domenico Battaglia, in occasione dell’incontro nel Duomo per il Patto educativo con istituzioni e mondo del terzo settore.

Don Mimmo ha sottolineato: ”Dobbiamo guardare in faccia con coraggio le tante fatiche e ferite della nostra comunità, iniziando dalle periferie esistenziali legate cioè legate alla condizione sociale”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...