”Luci e Ombre”: ecco  il documentario di Ciro Lucioli che racconta Napoli

”Napoli, patrimonio mondiale dell’umanità; Capitale universale della cultura. Un viaggio attraverso la nostra storia, la nostra cultura unica al mondo”.

Scrive così Ciro Lucioli, nei primi versi introduttivi del suo libro dal titolo ”Luci e Ombre” in cui esalta il patrimonio storico e culturale di Napoli, erede di regno dal cuore antico con uno sguardo rivolto ai popoli del Mediterraneo. Volume che anticipa la sceneggiatura del documentario dove a raccontarsi sono i suoi protagonisti: i luoghi leggendari, i paesaggi sublimi, gli scorci e i dettagli, i personaggi storici, i vinti e i conquistatori, donne e uomini capaci di grandi imprese prima e dopo il Regno di Napoli.

Tutto a Napoli passa per le «luci» dell’arte, dagli splendori del barocco, dallo sfolgorio della luce che si riverbera sul mare fino a toccare le isole, dai lumi del pensiero illuminista, dalla scintilla divina che diventa poesia, musica, teatro, danza, letteratura, creazione, genio. La luce che anima la vita stessa, la città pulsante. Il senso del sacro.

Le «ombre» di Napoli come quelle del suo passato che si dileguano tra i vicoli del centro come un fardello scuro macchiato da spargimenti di sangue tramato da congiure, lotte, guerre e sete di potere, toccato da carestie, povertà ed epidemie, appoggiato sulle spalle degli oppressori e dei violenti. E’ anche il silenzio, quel velo di malinconia che notturna scende sulle case. E’ la profanazione della bellezza.

Ciro Lucioli, fondatore e Presidente dell’associazione culturale non profit ”Parole e Musica” è nell’assieme divulgatore culturale e grande appassionato del patrimonio storico ed artistico di Napoli con una decennale esperienza nella direzione di eventi e di manifestazioni sociali. Per coronare i suoi successi culturali ha desiderato fortemente regalarsi e donare alla sua città, un prezioso omaggio, presentando la sua prima opera audiovisiva dal titolo ”Luci e Ombre” un documentario scritto e diretto dallo stesso autore, iniziato nel 2019 e che ha visto la conclusione quest’anno. Il documentario non cronologico ”Luci e Ombre” è un occhio indagatore che entra ed esce in dieci secoli di storia lontano da forzature e stereotipi, traducendo il racconto come viaggio emozionale da compiere tra gli spicchi di luce e gli angoli di ombre di Napoli, in un continuo gioco senza tempo dove la propulsione dell’arte e la forza dei suoi personaggi, sono i veri protagonisti. Un documentario che si presta ai fini didattici come materiale a carattere culturale intento a promuovere la conoscenza dell’arte in tutte le sue declinazioni e divulgativo.

Tre sono i livelli di lettura: l’elemento paesaggistico che abbraccia il promontorio, le isole, il mare aperto, le zone collinari e aree verdi. Una chiave di lettura monumentale che ne fa apprezzare i dettagli insoliti talvolta sfuggenti al pubblico e infine il cuore centrale della narrazione affidata alla voce della storia, del mito, dell’arte, guidate dai suoi celebri protagonisti. Si parlerà della sirena Partenope, dei primi regnanti sul trono di Napoli, degli insorti e della Repubblica Napoletana, del passaggio di Michelangelo Merisi detto il Caravaggio e del pensiero illuminista di Raimondo di Sangro; entreremo in piazze, castelli, palazzi nobiliari quali teatri di oscuri tradimenti, fino a svelare storie e leggende sospese tra magia e mistero.

Nella giornata della presentazione, sabato 26 marzo, sarà proiettato il promo del documentario, a cui seguirà la premiazione della storica kermesse “Eccellente napoletane”.

«Eccellenze napoletane» è un premio ideato dallo stesso autore Ciro Lucioli, Presidente dell’associazione culturale ”Parole e Musica” che premierà alcune personalità individuate nel corso dell’anno, esponenti del panorama artistico, culturale, scientifico, economico che si sono distinti in un determinato settore, categoria e ruolo, portatori di valore aggiunto alla nostra città. Verranno premiate 13 personalità di spicco: la dottoressa Rosa Perrotta, l’artista Laura Sansone, l’Assessore del Comune di Procida Leonardo Costagliola, lo scrittore Vincenzo Cuomo, il coreografo Antonio Colandrea, il dottore Salvo Iavarone, l’artista Gianfranco Caliendo, il collezionista Gaetano Bonelli, l’imprenditore Ciro Fierro, il manager Gennaro Carandente. Due targhe in ricordo saranno destinate a Clara Nicolardi e Aldo De Gioia.

Il documentario «Luci e Ombre» vanta numerose collaborazioni artistiche che hanno valorizzato e sostenuto il progetto, finanziato interamente dallo stesso autore Ciro Lucioli.

«Luci e Ombre» è un progetto a cura dell’associazione culturale ”Parole e Musica” con il patrocinio morale della Regione Campania, Comune di Napoli, Direzione regionale Musei Campania, Comune di Procida, di Ischia, di Capri, Consolato della Tunisia e della Repubblica della Tunisia.

La presentazione si terrà sabato 26 marzo alle ore 10.00 su ingresso libero muniti di green pass, presso Salone Monumentale Casa del Mutilato in piazza Matteotti.

Per informazioni e contatti:

paroleemusica62@virgilio.it

a cura di Annunziata Buggio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...