Afragola – Arzano: svincoli dell’Asse Mediano sempre più discariche a cielo aperto

Afragola/Arzano Scarto edile, guaine, eternit, pneumatici, vernici, divani, materiale plastico, scarto industriale, ferri vecchi e ogni altro tipo di rifiuti e masserizie, questa è la condizione in cui versa il quartiere “Salicelle” di Afragola, a pochissimi metri dallo svincolo dell’asse mediano Afragola Cardito, la strada che collega i comuni dell’hinterland napoletano e le autostrade.

Ai bordi delle carreggiate e dei guard-rail, c’è un ammasso di rifiuti depositati da tempo che hanno reso la zona ad una vera discarica di “monnezza” che oltre a mettere in evidenza la difficile situazione del quartiere “Salicelle”e del percorso dell’Asse Mediano, rappresenta una minaccia per l’ambiente circostante. Uno scenario triste che mortifica anche le tante piccole imprese della zona che vengono “oscurate” dai rifiuti e dal pessimo biglietto da visita che presenta il Comune di Afragola.

In molti sollecitano l’Amministrazione comunale ad intervenire con un’opera di bonifica della zona. Un po’ come ha fatto la magistratura napoletana che nei giorni scorsi ha bonificato diversi quartieri di Afragola liberandoli dalla presenza “ingombrante” di boss e gregari che come la “spazzatura”, rappresentano un pessimo biglietto da visita per la città di Afragola e per i comuni confinanti.

Degrado e rifiuti la fanno da padrone all’uscita dello svincolo del cimitero di Arzano. Sulla rampa di accesso della ex strada statale SS87NC costeggiano in bella mostra rifiuti di ogni genere: forni elettrici, cuscini, pannelli di plexiglas, lamiere, materassi, mobili, pedane di legno, cucine, frigoriferi, suppellettili, materiale di risulta proveniente da ristrutturazioni, vernici, carcasse, rifiuti organici ed indifferenziata.

Una vera e propria discarica all’aperto che in alcuni tratti rende difficoltoso perfino il passaggio degli automezzi in transito. Arzano ha bisogno di gente che collabori con le Istituzioni, affinché esse non siano lasciate sole contro il malaffare e contro l’indifferenza di chi vede ma non parla.

Angelo Covino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...