“Napoli Milionaria”, il capolavoro di De Filippo il 28 e 29 maggio al Teatro “Il Piccolo”

Sabato 28 alle ore 18.00 e domenica 29 maggio alle ore 17.00 andrà in scena la commedia “Napoli Milionaria”, con la regia di Fiorenzo Perrone, presso il teatro “il Piccolo” di Fuorigrotta. Il capolavoro di Eduardo De Filippo sarà portato in scena dalla compagnia “Uno alla volta” e vedrà tra gli attori protagonisti Gennaro Fenizia, ex provveditore agli studi di Napoli, nelle vesti di Gennaro Jovine. La moglie Amalia sarà interpretata da Silvia Esposito, mentre il tassista disoccupato, Errico “Settebellizze”, sarà Elio Giorgio Gaggia. Seguono Lucia Formicola e Fiorenzo Perrone rispettivamente nei panni dei figli di Jovine, Mariarosaria e Amedeo e Alessia Perrotta sarà Margherita, amica di Mariarosaria; Gennaro Improta interpreterà “Peppe ‘o Cricco”; Patrizia Crispino sarà la vicina di casa, Adelaide e la nipote Assunta sarà Nadia Marciano. Ancora ci saranno Tommaso Castria nelle vesti del ragioniere Riccardo Sapsiano, Vincenzo Cristiano in quelle del “miezo prevete” e Anna Maria Vassallo interpreterà donna Peppinella, “cliente” di Amalia. Antonio de Iudicibus indosserà i panni del Brigadiere Ciappa e Vincenzo Pedozzi quelli del dottore.

“Napoli Milionaria”  è considerata un manifesto di De Filippo che racconta la difficile realtà della guerra vista dal popolo napoletano: la povertà, il desiderio di arricchirsi per vie illegali, “la borsa nera”, i rapporti complicati con i soldati americani. In tutto questo però c’è un barlume di speranza, rappresentato dalla generosità e dalla speranza, che confluisce tutto nella frase ormai diventata proverbiale “Ha da passà ‘a nuttata!”. Infatti il filo conduttore dell’intera commedia sono le vicende che vedono protagonista la famiglia Jovine, i loro figli e gli altri personaggi: storie verosimili per l’epoca e a cui si aggiunge il paradosso dell’impossibilità di Gennaro Jovine, reduce della guerra, di raccontare quanto vissuto perché gli amici non sono interessati a conoscere. Stando ai fatti, potrebbe sembrare una tragedia poiché Jovine sarà costretto a vivere anche la malattia della figlia, ma in realtà, proprio in questo dolore, il gesto del vicino ragioniere di cedere il medicinale vitale per la salvezza della ragazza, evita l’orrore della situazione. “Ha da passà ‘nuttat!” detto da Gennaro riferendosi alla malattia della figlia, ma non solo…si intende un’oscurità a 360 gradi, da attraversare e superare e forse, questa frase, è più attuale che mai.

Per info e prenotazioni, è possibile inviare una mail all’indirizzo unoallavolta2017@libero.it, chiamare il numero 3666694799 oppure contattare la pagina facebook “Associazione Culturale Teatrale Uno alla volta”.

L’intero ricavato sarà devoluto in beneficenza.

Sara Finamore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...