Centro storico, aggredisce il padre e i carabinieri: 23enne violento in manette


La chiamata al 112 arriva da piazzetta Nilo, centro storico di Napoli, da un appartamento che affaccia sulla celebre statua di marmo che le colonie egiziane del 3 secolo dopo cristo donarono alla città, allora sotto il vessillo dell’impero romano.
Fate presto, correte. Mio figlio mi ha picchiato!
I carabinieri della pmz centro arrivano poco dopo. Bussano insistentemente alla porta e ad aprire è un ragazzo. Alle sue spalle, il padre fa segno di entrare mentre il figlio dice che senza “mandato” non consentirà loro di varcare la soglia.
Poi gli sbatte la porta in faccia.
Ancora colpi sul battente blindato.
Il giovane fa capolino nuovamente ma questa volta ha un cellulare in mano e riprende tutto. Senza mandato avrebbe fatto entrare nessuno e intanto registra le reazioni dei carabinieri.
Non fa in tempo a chiudere di nuovo che i militari entrano, accogliendo lo sguardo smarrito dell’anziano come una disperata richiesta di aiuto.
Il giovane, un 23enne incensurato, reagisce.
Colpisce i carabinieri, uno con una gomitata alla gola l’altro sbattendolo contro la parete.
Una reazione furente, domata solo grazie al provvidenziale intervento di altre pattuglie.
Il giovane finisce in manette per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale ed è ora in tribunale, in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.
Secondo quanto ipotizzato, violenze del genere, mai denunciate, non erano una novità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...