Carabinieri, cambio al comando del 10° Reggimento Campania: si è insediato il colonnello Lorenzon

Cambio al comando del 10° Reggimento Carabinieri “Campania” di Napoli. Con la cerimonia ufficiale di insediamento svoltasi stamattina alla Caserma Caretto, è stato infatti, sancito l’arrivo alla guida della struttura militare con sede a Miano, del  colonnello Nicola Lorenzon, che lascia la guida del Comando Provinciale dei Carabinieri di Foggia.

Il 10° Reggimento ha come sue priorità la difesa integrata del territorio nazionale, i servizi di ordine pubblico in occasione di grandi e piccole manifestazioni, eventi sportivi e in generale che prevedono la tutela e la sicurezza del paese e la vigilanza ad obiettivi sensibili e militari. E non solo questo.

Tra i vari compiti, i carabinieri del Reggimento sono i primi ad accorrere con i vigili del fuoco nelle operazioni di protezione civile in caso di calamità naturali. Il colonnello Lorenzon subentra al colonnello Emanuele De Santis, che lascia Napoli per andare ad assolvere ad un prestigioso incarico nella capitale. Durante il periodo che lo ha visto al comando del 10° Reggimento, De Santis, ha ricevuto la visita dell’allora prefetto di Napoli Marco Valentini (15 giugno del 2021) e successivamente quella dell’attuale comandante generale dell’Arma, Gen.C.A. Teo Luzi che, il 2 luglio 2021, aveva evidenziato l’ottimo lavoro svolto dai militari nella tutela dell’ordine pubblico, compito che sicuramente porterà avanti con professionalità e proficuo impegno il nuovo comandante. 51 anni compiuti lo scorso 16 agosto, il colonnello Lorenzon, lascia il comando di Foggia dove si è distinto nella lotta e la prevenzione alla criminalità organizzata. Numerosi i successi del colonnello Lorenzon nei tre anni in cui ha guidato il comando di Foggia.

Innanzitutto, il colonnello si è trovato ad affrontare una vera e propria emergenza, la mega evasione dal carcere di Foggia, finita alla ribalta della cronaca nazionale, riuscendo a coordinare le operazioni che hanno riportato in carcere tutti i 72 detenuti scappati dal penitenziario. Sempre al colonnello Lorenzon si deve la regia che ha portato i militari dell’Arma all’arresto del pluriomicida di Orta Nova, paese del foggiano, dove si era consumata una vera e propria strage familiare. Il colonnello Lorenzon, grazie alla sua consolidata esperienza dunque, ricalcherà le orme del suo predecessore, alla guida di una struttura strategica per l’Arma, soprattutto in vista di un autunno che si preannuncia caldo sul fronte dell’ordine pubblico, con le numerose emergenze sociali pronte a scoppiare tra disoccupazione e le conseguenze del caro energia.

Angelo Covino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...