L’ira dei consiglieri municipali: «Verde pubblico abbandonato e premio di produzione a uffici Verde, schiaffo ai volontari»

«Il Comune di Napoli dispone 300 mila euro di premio di produzione agli uffici verde. Uno schiaffo ai volontari che puliscono aiuole e parchi gratuitamente. Senza contare le associazioni che cercano di recuperare villette abbandonate per restituirle ai bambini. Basterebbe camminare per la città per accorgersi che siamo allo sbando, ancora più grave, non ci sono mai soldi per le manutenzioni ordinarie, poi, magicamente, sbucano fuori 300 mila euro nonostante i debiti del comune. L’intera amministrazione comunale dimentica cosa sia la coerenza, dimentica Napoli, dimentica i bambini ed i cittadini, dimentica i molti a vantaggio dei pochi. Ci sia un atto di coraggio, il sindaco intervenga prima che sia troppo tardi».

Lo afferma in una nota il consigliere della VIII Municipalità Rosario Palumbo.

Gli fa eco Raffaele Chiapparelli dell’associazione “Napoli Comune”: « Il Comune di Napoli stanzia 300mila euro  come premio per i lavoro svolto dai giardinieri, agli occhi dei cittadini lo scenario è tutt’altro: grandi estese di verde incolto e fogliame secco, a curare il verde in città ci pensano i cittadini e le associazione su base volontaria, autofinanziandosi per l’acquisto del materiale utile per la cura del verde».

Sulla stessa linea Francesco Polio,  consigliere della  II Municipalità: «Questi 300mila euro  come premio di produzione sono un vero schiaffo alla città. Da tempo i servizi, in particolare quello del verde, sono carenti. Le municipalità sono sprovviste di giardinieri e si ricorre spesso al volontariato. Infatti, insieme ad altri colleghi abbiamo deciso di destinare le nostre indennità non percepite durante il lockdown alla cura del verde del nostro territorio. Venire a sapere che il Comune destina 300mila euro  come premio invece che spenderli per il verde mi lascia davvero senza parole».

Va giù duro Carmine Meloro, consigliere della IV Municipalità: «Stiamo ancora aspettando le spazzatrici promesse il prelievo degli ingombranti non funziona   e per il diserbo stiamo dal 14 maggio per fare una strada è vergognoso. Chiedo le dimissioni dell’assessore Felaco».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...