Mattia, 3 anni, nato con atresia dell’orecchio: genitori lanciano raccolta fondi per la ricostruzione del condotto uditivo

Sguardo vispo, espressione sorridente, la foto di Mattia, 3 anni, campeggia sulla pagina della raccolta fondi lanciata dai genitori Luca Grasso e Marianna Allozzi, sulla piattaforma Gofundme.

Il titolo che accompagna l’iniziativa, alla quale si può aderire attraverso questo link, è “per un futuro senza pregiudizi”. Mattia, bambino meraviglioso, infatti è nato con un’atresia del lato destro dell’orecchio, un problema che all’inizio mamma e papà hanno fatto fatica ad accettare.

«Temevamo ripercussioni durante la sua crescita – raccontano – avevamo paura che avesse difficoltà nel sentire, camminare, parlare.  I medici ci dissero subito che lui non sentiva e quindi avremmo dovuto affrontare tante problematiche, considerato che al 90% non aveva nemmeno il condotto uditivo».

Quella malformazione diventa, dunque, paura per i genitori sia per cercare in tutti i modi di far condurre a Mattia una vita normale, sia per non infondere quello stesso timore nel bambino, soprattutto in un periodo così delicato come l’infanzia.

«Abbiamo pianto tante notti – aggiungono Luca e Marianna – eravamo preoccupati per i mille ostacoli che si sarebbero presentati. Volevamo a tutti costi garantirgli una vita migliore, un approccio più semplice. Per questo abbiamo cominciato a confrontarci con professionisti del settore, fino a quando siamo riusciti a trovare uno specialista che lavora a Los Angeles, l’unico in grado di ricostruire il condotto uditivo, in modo del tutto naturale anche sul piano estetico».

Il consulto è avvenuto attraverso una videochiamata per capire il percorso da affrontare. L’ostacolo più grande, facile immaginarlo, sono le spese, soprattutto se i protagonisti di questa storia sono due semplici e onesti lavoratori, che non possono permettersi somme così alte.

Da qui l’idea di affidarsi al buon cuore di chi è venuto a conoscenza della battaglia che papà Luca e mamma Marianna hanno deciso di intraprendere per il piccolo Mattia.

«Ci rivolgiamo a chiunque, nelle proprie anche piccole disponibilità, possano sostenere la causa di Mattia. Il suo futuro è in tanti piccoli mattoni che, messi insieme, possono costruire grandi case» concludono i genitori.

Rispetto all’obiettivo di 90mila euro, finora sono stati raccolti poco meno di 5mila euro. La sfida è ancora lunga, ma la solidarietà – ne sono convinti Luca e Marianna – non verrà a mancare per disegnare un futuro roseo per Mattia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...