“Non volevo fare il giornalista”, il 3 maggio la presentazione del libro di Salvatore Testa

“Non volevo fare il giornalista”, il nuovo libro di Salvatore Testa, presidente Self (Secondigliano libro festival), sarà presentato presso la sede dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, martedì 3 maggio alle 11:00

     Il libro, che viene presentato esattamente a 50 anni di distanza dall’assunzione dell’autore all’AGI, è l’antitesi di un manuale di giornalismo e racconta la storia di un giovane che negli anni Sessanta, affascinato dall’invenzione del Moplen e dal Premio Nobel per la chimica conferito a Giulio Natta, sognava di diventare un chimico industriale. Le circostanze e le coincidenze della vita, però, lo portano sì in una azienda di un grande gruppo petrolchimico, ma a svolgere funzioni di poligrafico in una agenzia giornalistica.

     Una “gabbia” dalla quale il “gatto pacioso e sonnacchioso” “capace di nascondere i suoi pensieri con un atteggiamento bonario, ma non indifferente” spera di evadere per raggiungere i suoi obiettivi. La presenza di ottimi maestri, il coinvolgimento sempre più frequente nella realizzazione del “prodotto informazione” e il susseguirsi di eventi eccezionali (colera, virus sincinziale che mieteva vittime fra i neonati, lotta al contrabbando, terremoto e ricostruzione, nascita e proteste di liste di lotta di disoccupati e senzatetto organizzati, guerra di camorra con 300 morti all’anno, bradisismo di Pozzuoli, “rinascita” della città, etc) lo conducono su una strada diversa e molto più prestigiosa per lui, che si prefigurava una vita da operaio o da tecnico, e fanno crescere un a vera passione per questa professione, coltivata al punto da impegnarsi al massimo per colmare le lacune socio-culturali che aveva al momento di scrivere la sua prima notizia.

     Nel libro è raccontata una parte degli episodi che hanno caratterizzato la sua presenza per 35 anni, con vari ruoli, nella redazione dell’Agenzia Giornalistica Italia, mettendo in risalto le “persone positive” che hanno influito sulla formazione dell’autore, in aggiunta a quelli che hanno preceduto questa “avventura” e quelli che l’hanno seguita quando ha abbracciato la strada del volontariato culturale nelle scuole del suo quartiere dove, con alcuni amici, ha dato vita al SeLF – Secondigliano libro festival, un progetto che si propone di incentivare la lettura e di affinare i livelli culturali degli studenti.

     Il libro è autoprodotto ed è disponibile su Amazon sia in cartaceo che in ebook.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...